Memorie di un astrofilo
Antonio Tului: ricordi e riflessioni personali di un astrofilo di lungo corso

a cura di Antonio Tului
prefazione di Paolo Botton


Prefazione

Antonio Tului (+2012), 93 anni, era un astrofilo Spezzino di lungo corso che, come diceva lui stesso, avrebbe voluto intraprendere studi superiori ma, quando poteva farlo, s'è ritrovato marconista di sommergibili in piena II Guerra Mondiale e, come molti giovani dell'epoca, ha cercato di portare a casa la pelle e poi tentato di sublimare tensioni ed orrori della guerra.
Antonio si è occupato di libri, appena tornato alla vita civile, libri che lo hanno accompagnato lungo tutto il persorso umano e che gli hanno stimolato una fantasia fuori dal comune, vista l'età in cui ha iniziato la sua particolare e variegata produzione letteraria.
Antonio ha condiviso con tutti noi alcune sue memorie di astrofilo che qui ospitiamo perché ritengo opportuno onorare la storia della vita di un uomo che fotografava Venere o le eclissi di sole del 1960, con un telescopio autocostruito, mentre chi scrive questa prefazione non era ancora nato.
Come lo stesso Tului affermava nel documento di accompagnamento, i suoi scritti sono quelli di una persona semplice e potrebbero contenere inesattezze, ma gli stessi non vantano alcuna pretesa accademica nella loro semplicità espositiva. Rimarcano, questo sì, la figura di un uomo che, con pochi mezzi ha avviato l'attività pionieristica nel settore dell'astronomia amatoriale e s'è posto domande su questioni complesse.
Siamo certi che anche il lettore più esigente saprà dare il giusto peso ai contenuti, apprezzando il messaggio di fondo che voleva e vuole trasmettere Antonio: "sii sempre curioso, non smettere mai di porti domande e non dare mai nulla per scontato".

L'epistola astronomica di Antonio Tului

Ossevare il cielo: dal BIP-BIP dello Sputnik al telecopio autocostruito

Eclissi parziale del 1966 ed eclissi totale del 1960

L'osservazione della Luna

L'osservazione di Venere con strumenti autoscostruiti nel 1960...


© Paolo B.
www.000webhost.com