Archivio storico delle iniziative di studio e pubbliche

aggiornato: 13 aprile 2016


Indice delle attività di studio condotte sino alla data dell'aggiornamento;
le pagine saranno aperte in nuove schede o finestre del browser

Acquisizione delle variazioni di luminosità di ε (epsilon) Aurigae
Caccia fotografica e fotometrica alla Cometa C/2009 P1 (GARRADD)
A possible Globular Cluster Accretion Model
Caccia fotografica e fotometrica alla C/2014 Q2 (LOVEJOY)

Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2016

— Lunedì 11 aprile 2016: Scuola Media Statale Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, sede di San Raffaele Cimena (TO) - Classi III A/B, assieme ai docenti Dott.sa Montrucchio e Dott.sa Vallori - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Infinitamente Lontano, L'universo in una scatola: Cosmologia." breve viaggio dalle origini dell'Universo alla nascita e morte delle stelle - Durata: 4 ore.
— Giovedì 31 marzo 2016: Scuola Media Statale Demetrio Cosola, sezione di Casalborgone (TO) - Classi III N/O, assieme ai docenti Dott.sa Carrera, Dott. Florean, Dott.sa Neri - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Infinitamente Lontano, L'universo in una scatola: Cosmologia." breve viaggio dalle origini dell'Universo alla nascita e morte delle stelle - Durata: 4 ore.
— Università della terza età - Casalborgone - Luca Perazzone tiene un seminario divulgativo sull'astronomia amatoriale.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2015

— Martedì 10 e mercoledì 11 Marzo 2015: Scuola Media Statale Demetrio Cosola, sezione di Casalborgone (TO) - Classi III N/O, assieme ai docenti Dott.sa Carrera, Dott. Florean, Dott.sa Neri - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Infinitamente Lontano, L'universo in una scatola: Cosmologia." breve viaggio dalle origini dell'Universo alla nascita e morte delle stelle - Durata: 3+3 ore.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2014

— Giovedì 4 Aprile 2014: Scuola Media Statale Demetrio Cosola, sezione di Casalborgone (TO) - Classi III N/O, assieme ai docenti Dott.sa Carrera e Dott. Florean - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Infinitamente Lontano: L'Universo e le Stelle, Vita extraterrestre." - Durata: 5 ore.
— 10 agosto 2014 presso San Siro (Casalborgone) è stata tenuta un'affascinante spiegazione della Luna e del cielo ai partecipanti pervenuti dai paesi limitrofi, con osservazione di oggetti deboli quali nebulose e galassie.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2013

— 13 agosto 2013 presso San Siro (Casalborgone) è stata tenuta un'affascinante spiegazione della Luna e del cielo ai partecipanti pervenuti dai paesi limitrofi, con osservazione di oggetti deboli quali nebulose e galassie.
— Lunedì 15 Aprile 2013: Scuola Media Statale Demetrio Cosola di Chivasso (TO) - Classi III A/B, assieme alla Dott.sa Ceccon, con la partecipazione della Dott.ssa DeLeo Isabella (assistente vicaria) - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Infinitamente Lontano: L'Universo e le Stelle, Vita extraterrestre." - Durata: 3 ore.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2012

— Domenica 26 agosto a Berzano San Pietro, presso la chiesetta di San Pietro, è stata tenuta un'affascinante spiegazione della Luna e del cielo stellato ai 40 partecipanti pervenuti dai paesi limitrofi. L'iniziativa è stata tenuta casualmente nel giorno della scomparsa del primo uomo che posò il piede sula luna, Neil Armstrong, che è stato ricordato per l'impresa.
— 31 Marzo 2012: osservazioni astronomiche con il secondo gruppo degli studenti (e relativi insegnanti e genitori) delle classi IV e V della Scuola Elementare Camilla Serafino di Albugnano (AT).
sono stati osservati: M42 (Nebulosa di Orione), Mizar (stelle doppie), M36, M37 e M38 (i Capretti di Auriga), il Doppio Ammasso del Perseo, M3 (ammasso globulare), Venere e Giove con i 4 satelliti Medicei, Marte e Saturno.
Le osservazioni sono state accompagnate da spiegazioni con richiami ai concetti introdotti nel corso del 14 marzo 2012.
— 30 Marzo 2012: osservazioni astronomiche con il primo gruppo degli studenti (e relativi insegnanti e genitori) delle classi IV e V della Scuola Elementare Camilla Serafino di Albugnano (AT).
sono stati osservati: M42 (Nebulosa di Orione), Mizar (stelle doppie), M36, M37 e M38 (i Capretti di Auriga), il Doppio Ammasso del Perseo, M3 (ammasso globulare), Venere e Giove con i 4 satelliti Medicei, Marte e Saturno.
Le osservazioni sono state accompagnate da spiegazioni con richiami ai concetti introdotti nel corso del 14 marzo 2012.
— 17 marzo 2012: osservazioni astronomiche con 12 ospiti; nonostante il cielo coperto, sono stati osservati: M42 (Nebulosa di Orione), Mizar (stelle doppie), M36 M37 e M38 (i Capretti di Auriga), Venere e Giove con i 4 satelliti Medicei.
— 14 Marzo 2012 ore 14: Scuola Media Statale di Castelnuovo Don Bosco - Classi III assieme alla Dott.sa Cestari - Seminario divulgativo alla LIM dal titolo "Breve storia del Cosmo, dal Big Bang alle ipotesi sulla sua fine. Vita extraterrestre... C'è qualcuno la fuori?" - Durata: 2 ore.
— 14 marzo 2012 ore 8: Scuola Elementare Camilla Serafino di Albugnano (AT) - Classi IV e V, assieme alla Dott.sa Sarboraria - Infinitamente Lontano®: l'Universo in una scatola, Laboratorio interattivo e Seminario divulgativo di avvicinamento all'astronomia e astrofiscia con diapositive alla LIM e strumenti scientifici e semplici oggetti autocostrui, utili per comprendere i principali fenomeni fisici - Durata complessiva: 4 ore.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2011

— 04 ottobre 2011: osservazioni astronomiche tenute da Paolo Botton e Luca Perazzone presso la residenza Anni Azzurri di Tonengo d'Asti. Oggetti osservati: nebulose planetarie M27 Dumbbell e M57 Ring Nebula, Ammasso Globulare di Ercole M13, Stelle doppie Albireo (Cigno), Mirach (Andromeda) e Mizar (Orsa Maggiore), M31 Galassia di Andromeda, Ammasso aperto M45 Le Pleiadi, Giove e satelliti Medicei, Luna e crateri lungo la linea del terminatore con filtro lunare. Per ogni oggetto sono stati forniti dettagli tecnici approfonditi e illustrati i principali fenomeni fisici che regolano l'Universo.
Si ringrazia la Direzione della residenza per la calorosa accoglienza e l'ineccepibile organizzazione.
— 10 agosto 2011: SERATA DI SAN LORENZO NEI PRATI DELLA CHIESETTA DI SAN SIRO.
Accompagnati dalle spiegazioni di Luca Perazzone, oltre 80 persone presenti hanno potuto ammirare, in una splendida serata senza nuvole e tersissima, le principali stelle, Saturno e alcune costellazioni oltre a nebulose e ammassi di stelle.
Tutti hanno avuto occasione di osservare più da vicino i crateri della Luna.


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2010

— 15 Dicembre 2010: Scuola Media Statale di Castelnuovo Don Bosco - Classe IIIa e IIIb, assieme alle Dott.se Cestari e Boano - Infinitamente Lontano®: l'Universo in una scatola, Laboratorio interattivo gratuito di avvicinamento all'astronomia e astrofiscia con strumenti scientifici e semplici oggetti autocostrui, utili per comprendere i principali fenomeni fisici - Durata: 1 ora per classe, comprensiva delle mini-relazioni sulle attività svolte.
— 17 Novembre 2010: Scuola Media Statale di Castelnuovo Don Bosco - Classi III assieme alle Dott.se Cestari e Boano - Seminario divulgativo gratuita dal titolo "Breve storia del Cosmo, dal Big Bang alle ipotesi sulla sua fine. Vita extraterrestre... C'è qualcuno la fuori?" - Durata: 2 ore.
— 30 Luglio 2010: osservazioni astronomiche con 11 ospiti; prima che il cielo si coprisse completamente (alle 23:20), sono stati osservati: M92, M27, M57, Saturno, Mizar e Albireo come stelle doppie. Consegnati i diplomi di osservazione ai più giovani.
— 9 Luglio 2010: osservazioni astronomiche con 10 ospiti per una serata serena; sono stati osservati: M13, M57, Venere, stelle doppie e sistemi multipli con il catadiottrico ed il Dobson da 30cm. Consegnati infine i gadgets ai più piccoli.
— 25 Giugno 2010: osservazioni astronomiche 17 ospiti per una serata abbastanza decente; sono stati osservati: M13, M3, M5, M88, M104, M57, Saturno, stelle doppie e sistemi multipli con il catadiottrico. Consegnati infine i gadgets ai più piccoli.
— 6 Giugno 2010: 4 turisti hanno telefonato per richiedere una visita all'interno del locale dell'Osservatorio Panoramico dell'Ecomuseo. Non pensavano che in piccoli paesi come questi esistessero delle iniziative di questo genere. Hanno lasciato la loro firma sul libro degli ospiti.
— 4 Giugno 2010: osservazioni astronomiche 13 ospiti per una serata estremamente limpida; sono stati osservati: M13, M3, M5, M88, M104, M57, Saturno, Marte, Venere, stelle doppie e sistemi multipli sia con i catadiottrici sia con il Dobson. Effettuati test di spettrometria con il reticolo a diffrazione. Consegnati infine gli attestati di osservazione ed i gadgets ai più piccoli.
— 28 Maggio 2010: intervista con LA STAMPA (giornalista Marina Kimberly Rissone): presente la delegazione del Gruppo Astrofili, il Sindaco Teja S. e l'Assessore Albini G. in legale rappresentanza del Comune.
— 22 Maggio 2010: test strumentali. Osservazioni astronomiche con 7 Ospiti a sorpresa! Sospesi i test, tra una nube e la successiva, sono stati osservati: Luna, Saturno, M13, M57, stelle doppie e sistemi multipli, test di percezione personale del colore di alcune stelle (Antares, Arcturus, Spica).


Seminari, Conferenze e Osservazioni pubbliche a titolo gratuito
Iniziative svolte nel 2009 e legate all'Anno Internazionale dell'Astronomia

- Con il patrocinio del Comune di Berzano di San Pietro (AT) -
Iniziative in Novembre e Dicembre

Sala Consigliare del Comnune di Berzano di San Pietro (AT), primo piano della Palazzina del Municipio - Piazza Comunale, 1.

CONFERENZE A CARATTERE DIVULGATIVO (per il ciclo d'incontri Infinitamente Lontano®):

STELLE  —   Dalla nascita al loro oblio, alla ricerca dei mattoni della vita.
Domenica 22 Novembre 2009, alle ore 15:30
Insieme per TELETHON  —  L'UNIVERSO - Breve storia del cosmo, dal Big Bang alla morte termica.
Domenica 13 Dicembre 2009, alle ore 15:30

OSSERVAZIONI ASTRONOMICHE PUBBLICHE:

Sabato 28 Novembre 2009 - dalle ore 21.00
Sabato 19 Dicembre 2009 - dalle ore 21.00


Iniziative in Luglio
Sabato 18 Luglio 2009 - dalle ore 22.30 — Leggi sotto il rapporto dell'evento e guarda le foto.
Domenica 19 Luglio 2009 - ore 16.30 (IL SOLE) — Leggi sotto il rapporto dell'evento.

L'osservazione del Sole con filtro Astrosolar ha permesso l'indentificazione di facole fotosferiche, maniferstate come sfere molto elusive ma evidenti se l'osservatore non si distraeva.
Ho avuto con me tre adulti e cinque bambini, che hanno fatto a gara contandone il numero che riuscivano a vedere.

Incontro notturno con 19 partecipanti. SEEING BUONO allo Zenith, INSUFFICIENTE dai 60° in giù.
Erano anni che non vedevo la Via Lattea così bene da Berzano di San Pietro.
Vista la presenza di bambini e il vento fresco, mi sono limitato a proporre gli oggetti di maggiore effetto:

Pianeti
GIOVE, il pianeta gassoso più grande del sistema solare lo abbiamo osservato attorno alla mezzanotte e solo a 80x a causa della fortissima turbolenza atmosferica. A tratti siamo riusciti a distinguere le bande principali e tre dei satelliti medicei.
Gruppo dell'Orsa Maggiore, Saggittario, Ercole e Lyra
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
M27 o "Nebulosa Manubrio" è interessante nebulosa a forma di clessidra o manubrio (da pesistica). Risolta bene a 160x in un momento di bassa turbolenza. L'uso di un filtro UHC ha permesso un miglior contrasto ma non ha esaltato molto l'oggetto.
NGC6543 o "Nebulosa Occhio di Gatto" è una piccola ma brillante nebulosa planetaria nella costellazione del Drago, contiene al suo interno una stella collassata di magnitudine 10.
M13, Grande Ammasso Globulare di Ercole. Questo sistema di stelle dove se ne stimano centinaia di migliaia, è uno dei più brillanti ammassi globulari del nostro cielo. Distante 25.000 anni luce, ha un'estensione di 150 anni luce di diametro.
Epsilon Lyrae (vedere l'immagine a fondo pagina), costellazione della Lyra. Si tratta di una doppia doppia, ossia di una stella doppia visuale che, risolta con il C8 a 254x, si mostra come composta, in realtà, da una coppia di stelle binarie.
Vega, stella Alfa della Costellazione della Lyra.
M57 "Ring Nebula", nebulosa planetaria, a circa 2000 anni luce da noi, nella Costellazione della Lyra. Lo strumento è riuscito a risolvere in modo spettacolare già 160x senza filtro UHC, l'anello di gas toroidale espulso da una stella morente di tipo solare. Impossibile risolvere la nana bianca centrale!
Scorpione
Antares, stella α (Alfa) dello Scorpione. La gente era interessata al suo colore rosso-arancio e all'incredibile brillantezza nonostante l'inquinamento luminoso.


Iniziative in Giugno
Sabato 13 Giugno 2009 - dalle ore 22.00 — Leggi sotto il rapporto dell'evento e guarda le foto.

Incontro con 12 partecipanti, tra cui un fisico che collabora con i ricercatori di Pino Torinese. SEEING OTTIMO.
Vista la presenza di bambini e l'ora tarda (s'è fatto buio alle 22:35), mi sono limitato a proporre gli oggetti di maggiore effetto:

Gruppo della Vergine, Leone, Bootes e Cancro.
SATURNO, il pianeta con gli anelli ha catalizzato l'attenzione e richiesto molto tempo perché continua ad affascinare le Persone. È stato osservato a 80x, 160x e 254x, risolvendo estremamente bene sia gli anelli (quasi di taglio, ormai), sia i principali satelliti osservabili in quel momento.
M3, ammasso globulare Immensa sfera di mezzo milione di stelle più vecchie del Sole. Si trova a 30.000 anni luce da noi. Catalogato anche come NGC 5272, è uno dei circa 150 ammassi globulari che orbitano l'alone della nostra galassia. Si trova a Nord della costellazione Canes Venatici, poco lontano da Arcturus.
Gruppo dell'Orsa Maggiore, Ercole e Lyra
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
NGC6543 o "Nebulosa Occhio di Gatto" è una piccola ma brillante nebulosa planetaria nella costellazione del Drago, contiene al suo interno una stella collassata di magnitudine 10.
M13, Grande Ammasso Globulare di Ercole. Questo sistema di stelle dove se ne stimano centinaia di migliaia, è uno dei più brillanti ammassi globulari del nostro cielo. Distante 25.000 anni luce, ha un'estensione di 150 anni luce di diametro.
Epsilon Lyrae (vedere l'immagine a fondo pagina), costellazione della Lyra. Si tratta di una doppia doppia, ossia di una stella doppia visuale che, risolta con il C8 a 254x, si mostra come composta, in realtà, da una coppia di stelle binarie.
Vega, stella Alfa della Costellazione della Lyra.
M57 "Ring Nebula", nebulosa planetaria, a circa 2000 anni luce da noi, nella Costellazione della Lyra. Lo strumento è riuscito a risolvere in modo spettacolare già 160x senza filtro UHC, l'anello di gas toroidale espulso da una stella morente di tipo solare. Impossibile risolvere la nana bianca centrale!
Scorpione
Antares, stella α (Alfa) dello Scorpione.


Iniziative in Aprile e Maggio
Venerdì 1 Maggio 2009 - dalle ore 21.30 — Leggi sotto il rapporto dell'evento e guarda le foto.
Sabato 16 Maggio 2009 - dalle ore 21.30 — Leggi sotto il rapporto dell'evento e guarda le foto.
Sabato 23 Maggio 2009 - dalle ore 21.30 — Leggi sotto il rapporto dell'evento e guarda le foto.

Sabato 23 Maggio 2009

Incontro con 13 partecipanti. SEEING 3 ÷ 4: IMMAGINI APPENA SUFFICIENTI.
Questa volta solo nuove persone e dalla pazienza encomiabile: nonostante avessi detto loro che c'erano poche speranze, hanno voluto rimanere sperando in un miglioramento. C'è stato, in effetti, peccato per le velature persistenti che hanno limitato le aree osservabili e diffuso la luce delle città rendendo a malapena sufficiente la visione. Mi sono limitato a proporre gli oggetti meglio osservabili:

Gruppo della Vergine, Leone, Bootes e Cancro.
SATURNO, il pianeta con gli anelli ha catalizzato l'attenzione e richiesto molto tempo perché continua ad affascinare le Persone. È stato osservato a 80x, 160x e 254x, risolvendo estremamente bene sia gli anelli (quasi di taglio, ormai), sia i principali satelliti osservabili in quel momento. Immagini a volte tremolanti o ridotte dalla foschia.
Gruppo dell'Orsa Maggiore, Ercole e Lyra
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
M13, Grande Ammasso Globulare di Ercole. Questo sistema di stelle dove se ne stimano centinaia di migliaia, è uno dei più brillanti ammassi globulari del nostro cielo. Distante 25.000 anni luce, ha un'estensione di 150 anni luce di diametro.
Epsilon Lyrae (vedere l'immagine a fondo pagina), costellazione della Lyra. Si tratta di una doppia doppia, ossia di una stella doppia visuale che, risolta con il C8 a 254x, si mostra come composta, in realtà, da una coppia di stelle binarie.
Vega, stella Alfa della Costellazione della Lyra.

Sabato 16 Maggio 2009

Incontro con 23 partecipanti. SEEING 2: IMMAGINI BUONE.
Con i Volti Nuovi abbiamo replicato alcune osservazioni del 1 Maggio, inserendo anche il filtro CLS e UHC. Sono rimasto favorevolmente colpito dalla preparazione di due miei Concittadini di origine Polacca (padre e figlio) che hanno dimostrato un profondo interesse per la materia e dalle domande poste dal pubblico adulto.

Gruppo della Vergine, Leone, Bootes e Cancro.
SATURNO, il pianeta con gli anelli (oltre a Giove, Urano e Nettuno, ovviamente) più marcati. È stato osservato a 80x, 160x e 254x, risolvendo estremamente bene sia gli anelli (quasi di taglio, ormai), sia i principali satelliti osservabili in quel momento.
M44, ammasso aperto nella Costellazione del Cancro, nei pressi di Delta Cancri. Noto come Il Presepe, contiene circa 70 stelle di magnitudine 12, molte delle quali sono disposte in coppie o piccoli gruppi. Si tratta di un ammasso relativamente antico, di circa 700 milioni di anni.
M3, ammasso globulare Immensa sfera di mezzo milione di stelle più vecchie del Sole. Si trova a 30.000 anni luce da noi. Catalogato anche come NGC 5272, è uno dei circa 150 ammassi globulari che orbitano l'alone della nostra galassia. Si trova a Nord della costellazione Canes Venatici, poco lontano da Arcturus.
M104, la Galassia Sombrero, interessante e famosa galassia che siamo riusciti a risolvere bene grazie al CLS e alla bassa turbolenza. Siamo risuciti a notare il nucleo centrale che è risultato il dettaglio più luminoso della chiara scia lattiginosa che rappresenta la galassia.
Gruppo dell'Orsa Maggiore, Ercole e Lyra
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
M13, Grande Ammasso Globulare di Ercole. Questo sistema di stelle dove se ne stimano centinaia di migliaia, è uno dei più brillanti ammassi globulari del nostro cielo. Distante 25.000 anni luce, ha un'estensione di 150 anni luce di diametro.
Epsilon Lyrae (vedere l'immagine a fondo pagina), costellazione della Lyra. Si tratta di una doppia doppia, ossia di una stella doppia visuale che, risolta con il C8 a 254x, si mostra come composta, in realtà, da una coppia di stelle binarie.
Vega, stella Alfa della Costellazione della Lyra. Come accaduto per Arctutur abbiamo visto una sferetta luminosa.
M57 Ring Nebula, nebulosa planetaria, a circa 2000 anni luce da noi, nella Costellazione della Lyra. Lo strumento è riuscito a risolvere in modo spettacolare, specie a 254x e con filtro UHC-S, l'anello di gas toroidale espulso da una stella morente di tipo solare. Impossibile risolvere la nana bianca centrale!

Venerdì 1 Maggio 2009

Incontro non molto pubblicizzato ma con 14 partecipanti a sorpresa. SEEING 1: OTTIMO.
Ci siamo soffermati su diversi oggetti di particolare rilievo (stelle semplici a parte):

SATURNO, il pianeta con gli anelli (oltre a Giove, Urano e Nettuno, ovviamente) più marcati. È stato osservato a 80x, 160x e 254x, risolvendo estremamente bene sia gli anelli (quasi di taglio, ormai), sia i principali satelliti osservabili in quel momento.
ARCTURUS, stella principale della costellazione di BOOTES. Si tratta di una gigante rossa-arancione a 35 A.L. da noi; è la stella più luminosa, grande 23 diametri solari.
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
M44, ammasso aperto nella Costellazione del Cancro, nei pressi di Delta Cancri.
Epsilon Lyrae (vedere l'immagine a fondo pagina), costellazione della Lyra. Si tratta di una doppia doppia, ossia di una stella doppia visuale che, risolta con il C8 a 254x, si mostra come composta, in realtà, da una coppia di stelle binarie.
Vega, stella Alfa della Costellazione della Lyra. Come accaduto per Arctutur abbiamo visto una sferetta luminosa.
M57 Ring Nebula, nebulosa planetaria, a circa 2000 anni luce da noi, nella Costellazione della Lyra. Lo strumento è riuscito a risolvere in modo spettacolare, anche senza i filtri interferenziali OIII oppure CLS, l'anello di gas toroidale espulso da una stella morente di tipo solare. Impossibile risolvere la nana bianca centrale!
NGC 6210, debole nebulosa planetaria nella Costellazione di Ercole.
M13, Grande Ammasso Globulare di Ercole. Questo sistema di stelle dove se ne stimano centinaia di migliaia, è uno dei più brillanti ammassi globulari del nostro cielo. Distante 25.000 anni luce, ha un'estensione di 150 anni luce di diametro.
M5, ammasso globulare nella costellazione del Serpente (Serpens). Lo strumento è riuscito a risolverlo molto bene.
M104, la Galassia Sombrero, interessante e famosa galassia che purtroppo siamo riusciti a risolvere male a causa di un aumento dell'umidità che ha diffuso ulteriormente la luce della Luna e alla mancanza dei filtri. Siamo risuciti a notare il nucleo centrale che è risultato il dettaglio più luminoso della scia lattiginosa che doveva essere la Galassia. Riproveremo nel prossimo incontro con l'apporto dei filtri.


Iniziativa per la Notte dell'Equinozio, 21 Marzo 2009

L'incontro inaugurale si è regolarmente svolto alla presenza del Sindaco, Sig. Teja Sergio e di 10 interessati ospiti. Nonostante il fenomeno della turbolenza atmosferica e la diffusione della luce nell'aerosol sopra la città di Torino - che ha reso inosservabile un'area non indifferente di cielo per circa 20° sopra l'orizzonte - i partecipanti hanno avuto occasione di osservare parecchi oggetti celesti:

SATURNO, il pianeta con gli anelli (oltre a Giove, Urano e Nettuno, ovviamente) più marcati. È stato osservato a 80x, 160x e 254x, risolvendo estremamente bene sia gli anelli (quasi di taglio, ormai), sia i principali satelliti osservabili in quel momento.
M42 - Nebulosa di Orione, famosa nube d'idrogeno ricca di stelle giovani (tra i 10 ed i 100.000 anni), risolta superbamente a 80x.
ARCTURUS, stella principale della costellazione di BOOTES. Si tratta di una gigante rossa-arancione a 35 A.L. da noi; è la stella più luminosa, grande 23 diametri solari.
M3 ammasso globulare Immensa sfera di mezzo milione di stelle più vecchie del Sole. Si trova a 30.000 anni luce da noi. Catalogato come M3 (o NGC 5272), è uno dei circa 150 ammassi globulari che orbitano l'alone della nostra galassia. Si trova a Nord della costellazione Canes Venatici, poco lontano da Arcturus.
M53 o NGC 5024, ammasso globulare prossimo alla stella Alfa della costellazione Coma Berenices.
NGC 4147, ammasso globulare nei pressi di Denebola (Costellazione del Leone), ma integrato nell'ammasso locale di Coma Berenices.
NGC 3242, nebulosa planetaria nella costellazione dell' HYDRA; il telescopio è riuscito a risolvere bene il disco a 160x, apparso come alone lattiginoso e circolare, ma non la stella centrale.
M36, M37 e M38, tre ammassi aperti formati rispettivamente da 70, 200 e 120 stelle, visibili nella costellazione di AURIGA e distanti circa 4100-4700 A.L.
Theta Aurigae, bella stella tripla, della costellazione di AURIGA, distante circa 120 A.L.
M51, galassia con ponte di materia che la collega ad una compagna, nei pressi della stella ALKAID, costellazione dell'Orsa Maggiore. Il telescopio risolve i dischi galattici come alone lattiginoso e dopo alcuni minuti sull'oculare, si incomincia a distinguere il nucleo come un punto più luminoso. Interessante, sebbene non spettacolare, l'effetto del ponte di materia!
MIZAR, stella doppia nella costellazione dell'Orsa Maggiore.
M81 e M82, coppia di galassie nei pressi dell'Orsa Maggiore. Anche in questo caso il telescopio risolve il disco come alone lattiginoso e dopo alcuni minuti sull'oculare, si incomincia a distinguere il nucleo come un punto più luminoso.
ALDEBARAN, stella principale della costellazione del TORO. Si tratta di una gigante arancione a 68 A.L. da noi. Ha fuso tutto il suo idrogeno di riserva e sta fondendo l'elio che ha prodotto nello stadio precedente. Come ho spiegato nel corso del I INCONTRO in oratorio, questo fenomeno ha fatto sì che espandesse il proprio raggio ed ora è grande circa 37 diametri solari.
M1 - Crab Nebula, resti di una supernova nella costellazione del TORO, vista il 5 Luglio 1054, distante 6000 A.L. e quindi esplosa nel 5054 a.C. La turbolenza ed il seeing in quel momento non hanno permesso la sua risoluzione, quello che abbiamo visto non posso classificarlo con certezza. Riproveremo in altre occasioni.
M41, ammasso aperto nella costellazione del CANE MAGGIORE, nei pressi di SIRIO.
M54 - Le Pleiadi. In questo caso il telescopio non è servito, ho fatto utilizzare un binocolo 10x50 e la mappa dettagliata stampata grazie al software "PERSEUS".


Iniziative per Marzo

Oratorio di Moncucco Torinese (AT) - Sabato 14 Marzo 2009, dalle ore 15:00
Con il benestare del Parroco, Don Silvano Canta e la collaborazione delle animatrici dell'Oratorio
Infinitamente Lontano®: l'Universo in una scatola
dalla nascita dell'universo alle ipotesi della sua fine, passando per la formazione delle stelle e dei pianeti.
Con parole semplici e l'ausilio di elementari strumenti didattici autocostruiti, sarà possibile interagire e comprendere alcuni meccanismi i cui concetti di base non sempre sono accessibili ai non addetti ai lavori.
Sarà possibile vedere ed imparare ad usare un vero telescopio astronomico.
Per bambini (7+), ragazzi e adulti di ogni età
L'iniziativa è gratuita, ma sono ben accetti cibi fatti in casa, patatine e bevande per fare merenda tutti assieme alla fine dell'incontro.
—  Rapporto dell'evento:
L'incontro si è regolarmente svolto con relativo assalto al tavolo delle merende!
Ringrazio i genitori che hanno condiviso il cibo e l'organizzazione dell'Oratorio.

© Paolo B.
www.000webhost.com