Software per l'astronomia e l'astrofotografia

a cura di Paolo Botton
aggiornato: 20.01.2013


In questa pagina fornisco riferimenti per il solo software che abbiamo utilizzato.
In commercio o nel free-software esiste una vasta gamma di applicativi di cui però non abbiamo mai fatto uso.

PERSEUS è un software proprietario per lo studio del cielo stellato, in grado di mostrare le mappe e i nomi di tutte le costellazioni, pianeti, nebulose e stelle osservabili tramite un telescopio, permette lo studio dei principali fenomeni celesti ed è di produrre simulazioni ed animazioni.
Questo è il link al sito ufficiale dove si trovano le versioni aggiornate.
È un prodotto italiano, tra i migliori che abbia mai utilizzato e mi è stato consigliato anni or sono da Walter Ferreri, dell'Osservatorio Astronomico di Pino Torinese.
L'edizione più economica, di cui personalmente ho la vecchia versione 1.6.2 Light, ha un prezzo accessibile a tutte le tasche e non ha nulla da invidiare alle versioni più costose.

IRIS

IRIS è un software libero sia per l'elaborazione delle immagini astronomiche, sia per la ripresa guidata delle stesse (con alcuni limiti). Questo è il link al sito ufficiale dove si trovano le versioni aggiornate.
È stato progettato da Christian Buil, che lo mantiene aggiornandolo con una certa frequenza.
È uno dei prodotti più diffusi tra gli astrofili e non solo; compete senza dubbio con versioni proprietarie di prodotti simili.

K3CCD

K3CCD è un software con versioni a pagamento e versione libera per le riprese astronomiche con le WEBCAM (la verione libera ha diverse limitazioni, ma ritengo sia corretto, visto cosa può fare quella a pagamento!).
Questo è il link al sito ufficiale dove si trovano le versioni aggiornate.
Con questo programma è possibile riprendere con webcam tradizionali e modificate (ossia idonee a lunghi tempi d'integrazione delle immagini riprese - deep-sky) ma anche con le Reflex digitali (DSLR) munite di interfaccia USB o FireWire.
K3CCD fornisce una serie di strumenti che permettono il controllo della messa a fuoco, esposizione, campionamento, qualità dell'immagine, visualizzazione in tempo reale dell'istogramma, debayering, nonchè allineamento polare con il metodo Bigourdan, autoguida con driver ASCOM o interfacce elettromeccaniche.
Il programma offre la possibilità di selezionare i fotogrammi di un filmato ed effettua allineamento e somma, sebbene l'elaborazione sia meglio lasciarla a IRIS o programmi simili.

REGISTAX è un software libero per l'allineamento ed il processo ed elaborazione delle immagini astronomiche. Questo è il link al sito ufficiale dove si trovano le versioni aggiornate.
Il prodotto è stato sviluppato da un gruppo di programmatori di vari Paesi del Mondo, verificato da centinaia di utilizzatori e costantemente aggiornato. Questo ne fa un oggetto affidabile, molto utilizzato nell'ambiente amatoriale e professionistico per la possibilità di effettuare complesse analisi.

CARTES DU CIEL, detto anche SkyChart, è un planetario software, open source, in grado di mostrare le mappe e i nomi di tutte le costellazioni, pianeti, nebulose e stelle osservabili tramite un telescopio. È uno dei più popolari planetari personali per computer.
Dispone di numerose capacità orientate sia all'aspetto amatoriale dello studio del cielo e in parte professionale; ha molte caratteristiche che si possono ritrovare in software commerciali come PERSEUS.
Questo è il link alle nuove versioni per Linux/Windows e ralativi aggiornamenti.
Il prodotto è stato sviluppato da Patrick Chevalley e costantemente aggiornato.
Patrick Chevalley ha creato, insieme con Christian Legrand, anche un atlante lunare, il Virtual Moon Atlas, di cui hoi sentito parlare bene, ma non ho ancora utilizzato.

Deep Sky Stacker è un sofisticato software libero per l'allineamento ed il processo ed elaborazione delle immagini astronomiche. Questo è il link al sito ufficiale dove si trovano le versioni aggiornate.
Il prodotto è stato sviluppato da Luc Coiffier, è costantemente aggiornato ed estremamente ben curato, con un HELP degno di questo nome ed esempi che guidano il neofita al suo utilizzo.
Si pone in netta competizione con IRIS ed è molto utilizzato nell'ambiente amatoriale e professionistico per la possibilità di effettuare complesse analisi.

ALADIN è un atlante celeste interattivo libero, scritto in Java per Linux e Windows, che permette all'utente con un accesso veloce alla rete (ADSL, minimo 640kb/s) di visualizzare immagini astronomiche digitali, di sovrapporre informazioni estratte dai cataloghi astronomici o banche dati, di accedere a dati e informazioni contenute nel database Simbad, di usare il servizio VizieR, così come altri archivi di tutte le fonti conosciute nel settore astronomico professionale.
ALADIN è quindi un portale in grado di affrontare sfide come la localizzazione dei dati d'interesse, l'accesso e l'esplorazione di insiemi di dati distribuiti.
Ha la possibilità di interconnettersi con altri strumenti di analisi per confrontare facilmente dati eterogenei (ad esempio per la verifica delle proprie immagini fotografiche con quelle ufficiali, per scoprire eventuali, nuovi, fenomeni transitori).
Questo è il link al sito ufficiale, dove si trovano le versioni aggiornate (frequentemente!).
Il tutorial ufficiale lo si può provare qui.
È anche possibile lanciare l'applet direttamente dentro un browser (FireFox, Mozilla o Explorer), per fare ciò è necessario inserire l'URL: http://aladin.u-strasbg.fr/java/nph-aladin.pl nella barra dell'indirizzo.


© Paolo B.
www.000webhost.com